» italiano » english 

L'azienda

GEI Macchine rappresenta, nel settore della frantumazione e selezione di inerti, una realtà qualificata.
L’esperienza di GEI, infatti, deriva dalla pluriennale attività di gestione, assistenza e manutenzione degli impianti di frantumazione, selezione di inerti e confezionamento del calcestruzzo di imprese leader del settore e si consolida in una avanzata organizzazione produttiva.
Per queste ragioni molte aziende si avvalgono della tecnologia dei sistemi GEI e tra queste la Unicalcestruzzi SpA, la Fassa Bortolo SpA, la BetonRossi SpA.

Il know-how

I punti di forza di GEI sono rappresentati da:
- una continua ed attenta valutazione delle esigenze dei clienti;
- investimento continuo in ricerca ed innovazione;
- la particolare attenzione alla sicurezza ed all'impatto ambientale;
- un miglioramento costante delle competenze acquisite;
- la consulenza e la progettazione per ottimizzare i processi produttivi
La certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2000 dimostra l'impegno e la professionalità raggiunti in questi anni.

Primus: mulino terziario a impatto

Sistema completamente ad impatto: impostando velocità differenti si ottengono differenti granulometrie. Finalmente, con la stessa macchina, è possibile ottenere una variegata gamma di prodotti.



PRIMUS è un mulino innovativo di frantumazione degli inerti nel comparto terziario e assicura la sostanziale riduzione delle usure grazie al sistema innovativo ad impatto. Inoltre l’usura dei martelli è omogenea a tutto beneficio della granulometria costante in uscita durante tutto il ciclo di vita.

G500: mulino secondario a impatto

Il mulino a impatto totale GEI G500 risolve i problemi delle macchine tradizionali e ridefinisce il concetto stesso di frantumazione a impatto.



Le sue caratteristiche peculiari sono il risultato di una continua attività di ricerca e sviluppo di GEI Macchine da cui deriva una tecnologia innovativa che garantisce vantaggi su ogni fronte:
- drastica riduzione delle usure di martelli e corazze
- abbattimento percentuale delle polveri fini in uscita
- possibilità di lavorare materiali con pezzatura non uniforme
- uniformità granulometrica del materiale in uscita per tutta la durata dei martelli.